Javascript Menu by Deluxe-Menu.com
www.presepicorona.com
Italiano
English
   

HOME

L’Arte dei Presepi in Miniatura

Gennaro Corona è nato a Napoli nel 1944 in via Toledo 329, nell’antica casa paterna dove oggi ha il suo studio. Via Toledo… una delle vie più antiche di Napoli, conosciuta in tutto il mondo, quasi come simbolo della antica Napoli; della Napoli della Bella Epoque, della Napoli culturale, artistica, artigianale.
Nacquero così i primi quadretti, molti regalati ad amici e parenti, qualcuno ancora gelosamente esposto e conservato nella sua abitazione in via Luca Giordano; cominciava così a partecipare a concorsi e mostre, che pur nella loro modesta entità erano comunque gratificanti ed incoraggianti.
La disponibilità del tempo libero maggiore consentì poi la vera esplosione dell’arte del “presepiello”. Tutta la fede e passione per la natività si cominciò a concretizzare sempre di più nei contenitori più svariati, con microstrutture mirabilmente ideate, quasi da grande scenografia.
L’annuncio, la nascita, la riconoscenza, la felicità del popolo, rappresentata da micropastori di eccellente fattura, unita ad una felice disposizione degli stessi, rendevano e rendono il momento del “Natale” vivo, sentito, palpitante, a volte racchiuso in una microlampadina.
Grazie a Gennaro, a nome di tutti i fedeli, che con la disponibilità di queste microopere, hanno la possibilità di vedere concretizzato in piccolissimi spazi un immenso dono Divino! Grazie Gennaro.

Dott. Francesco Mastrobuoni
Agronomo

Gennaro Corona

 

 
Gennaro Corona

 


O presepio è sempe bello!

O presepio è sempe bello!
ma… piccirillo piccirillo
pare assai chiù bello.

E o ragiunier Corona,
e fà cu tant’ammore;
nascene primma rinto ò core,
ma po’, cù fede e passiona,
se perfezionene p’a via,
e doppe pareno offerte a Dio.

L’ha fatte rinte a tantì cose!
Si privo e ce fa vere na cosa
ca subito te rice, m’accatto pur’io!
mò nce faccio a rinto nu presepio.

Quadre, butteglie, buttigliell,
fiaschettelle, lampadine, vasettielli,
campane, campanelle, cu chella mano,
cu fede e amore, presepe addeventano.

Tante n’ha fatte,
uno chiù bello e l’ate.
So piccirilli, ma chiene
e fede e devuzione.
Ammiratele, guardatele!
Guardatele a dint, buone,
truvatece fede e passione!

O presepio chest’e!
Fede e passione!
E chi e sape creà
Merita attenzione.